lunedì 12 dicembre 2016

Più libri Più liberi - Fiera della Piccola e Media Editoria

Hello!

Un post un po' diverso dal solito per raccontarvi della mia giornata alla Fiera Nazionale della Piccola e Media Editoria, "Più Libri Più Liberi" 2016.


Metti un bellissimo sabato invernale, cielo terso e aria frizzante.
Metti una mamma, un papà e un ragazzino, amanti dei libri e della lettura, ognuno con le sue passioni e i suoi gusti e tutti intenzionati a passare una bella giornata a gironzolare tra scaffali e pile di volumi colorati.
Metti più di 300 stand e case editrici, medie, piccole e piccolissime, con librai gentili e competenti, una folla densa ma ordinata e libri, ovunque libri... fumetti, libri per bambini, narrativa, saggistica, guide di montagna, biografie, manualistica iper-specializzata: ce n'era davvero per tutti!

Siamo arrivati presto e abbiamo cominciato a gironzolare per il labirinto dei corridoi, armati della nostra piantina e con pochi obiettivi prefissati: essendo la fiera della piccola e media editoria, volevamo soprattutto lasciarci ispirare dal nuovo, dal poco conosciuto, dall'inaspettato. Lasciarci attrarre da qualcosa che non ci aspettavamo, e infatti ecco lo stand della Ediciclo Editore (con uno slogan delizioso: "Fresche Idee per Pedalare Liberi"), dove il marito (ciclista dentro) si lascia tentare da varie guide per passeggiate "a due ruote" a Roma e dintorni. Ecco poi lo stand della EDT - Giralangolo: mentre noi adulti sfogliamo varie guide di viaggio, cercando di immaginare dove sarebbe bello organizzare la nostra prossima vacanza, nostro figlio si perde dentro a magnifici libri illustrati su strani animali fantasiosi... 

Mentre passeggiamo, intravedo alcuni personaggi famosi: c'è Guido Scarabottolo, fantastico illustratore per l'infanzia ma non solo (sue sono molte copertine della Guanda); allo stand della Bao Publishing c'è ZeroCalcare, gentilissimo e instancabile mentre disegna e firma autografi per ore (ogni volta che facevo il giro e ricapitavo al suo stand, lui era lì, senza mai muoversi dalla sua sedia, a disegnare); corriamo al primo piano per l'unico incontro con l'autore che siamo intenzionati a vedere oggi: Marco Pastonesi presenta il suo libro "L'uragano nero", dedicato al mito del rugby Jonah Lomu, l'idolo di mio figlio rugbysta in erba (e fango). Gentilissimo, l'autore chiacchiera con noi prima della presentazione e saluta particolarmente il mio ragazzo, che è l'unico under 20 della sala. Poi, mentre marito e figlio decidono di tornare a casa dopo la presentazione, io resto a gironzolare un altro paio d'ore nella fiera, per curiosare in tutta libertà e dedicarmi finalmente... agli acquisti!
Potevo forse farmi scappare l'occasione di allungare un po' (un bel po') la mia lista di prossime letture? No, che non potevo! Tanto più che i libri che ho comprato sono il risultato di belle chiacchierate con i librai "indipendenti" presenti alla Fiera, che molto spesso curano personalmente i libri che vendono e ne parlano con tale affetto e passione da incuriosire e attrarre anche verso generi che magari, seguendo liste di titoli noti, consigliati e molto più pubblicizzati, non avresti esplorato.

Ecco qui il mio prezioso "bottino" della fiera (prego, notate la mia prima foto "artistica" postata qui sul blog!):



(Cliccando sui titoli verrete rimandati alla trama su Amazon )

L'uragano nero (Marco Pastonesi): "Vita, morte e mete di un All Black". Per noi famiglia di rugbysti (quando c'è un rugbysta - anche piccolo - in una casa, lo si è tutti, per estensione...) avere questo libro era imprescindibile. Gli All Blacks sono il mito, Jonah Lomu la leggenda: ed è bello leggere non solo di sport, ma anche di vita, di sacrificio, di amicizia e lealtà.

Fisica della malinconia (Georgi Gospodinov): mi sono fermata allo stand della Voland, attratta dai titoli della mia amata Amelie Nothomb, e sono rimasta a chiacchierare a lungo di letterature "insolite" con il libraio dietro al banchetto, che mi ha consigliato moltissimo questo libro di un autore che non conosco. L'ha definito "un libro difficile", ma io amo le sfide.

La storia prima di te (Ilaria Lonigro): questo libro sottile (poco più di 100 pagine) mi ha attratto moltissimo perché amo leggere di storie poco note, fatti reali che si intrecciano con la vita vera e magari, dopo anni di oblio, vengono restituiti alla memoria... e poi la signora al banchetto della Edizioni MEMORI era troppo simpatica!

Un Natale tutto per sé (AA. VV.): come resistere, in questo periodo, a questa raccolta di 10 racconti, opera delle migliori scrittrici tra Otto e Novecento, tra cui Grazia Deledda, Matilde Serao, Louisa May Alcott, e la mia amata Elizabeth Gaskell? Impossibile! Infatti, non ho resisitito!

Infine, passare davanti allo stand della edizioni e/o è stato deleterio (per il mio portafoglio) e magnifico (per il mio morale). Ho parlato per quasi mezzora di libri letti e amati, con un libraio entusiasta e competente, e alla fine me ne sono andata con soli tre titoli ma davvero, avrei voluto quasi tutto quello che c'era sull'espositore... per il momento, Isole minori (Lorenza Pieri), Le streghe di Lenzavacche (Simona Lo Iacono) e Lo scherzo di Solimano (Mélanie Sadler) sono i tre libri e/o che si sono aggiunti alla mia ormai pericolante pila di libri accanto al letto...

Chissà che qualcuno di questi titoli non ispiri anche voi... Io non vedo l'ora che arrivino le vacanze di Natale, quando finalmente avrò più tempo per dedicarmi alla lettura!

Cheers,
Eva






8 commenti:

  1. Ciao Eva, che bel bottino! Fisica della malinconia e La storia prima di te mi incuriosiscono parecchio come titoli :)

    RispondiElimina
  2. Ciao Eva, dev'essere stata proprio una bellissima esperienza! Molte volte tra questi editori sono presenti libri bellissimi e nemmeno li conosciamo! Attendo qualche recensioni su queste letture, che mi sembrano molto interessanti, tra tutte mi ha incurioisito molto "Un Natale tutto per sè" ;-)

    RispondiElimina
  3. che bella esperienza e che bel bottino!

    RispondiElimina
  4. Quanti bei titoli che ti sei portata a casa! :D

    RispondiElimina
  5. Bellissima esperienza! Non riesco mai a fare nulla di simile con la mia famiglia, ma fa niente. Nel 2017 vorrei tanto tornare a Bologna alla fiera del libro per ragazzi. Chissà.
    Un saluto da Lea

    RispondiElimina
  6. Grazie a tutte per le vostre parole! Scusate se rispondo un po' in ritardo, ma come potete immaginare il periodo prima di Natale è sempre un po' frenetico e il tempo è poco poco poco... Partecipare alla fiera è stato bellissimo e sì, sono convinta che i libri che mi sono portata a casa saranno molto interessanti e appassionanti. Mi ci dedicherò nelle prossime vacanze... sperando di avere tempo tra un pranzo e l'altro!
    Ciao a tutte e tanti auguri!

    RispondiElimina
  7. Ciao Eva. Purtroppo io sono stata a PLPL da mercoledì a venerdì, altrimenti mi avrebbe fatto molto piacere incontrarti e conoscerti di persona :D Magari l'anno prossimo.
    Molto interessanti i tuoi acquisti (aspetto le recensioni) soprattutto "Un Natale tutto per sé", che se l'avessi visto l'avrei comprato anch'io :(
    Sarebbe stato perfetto per questo periodo dell'anno, ma anche perché racchiude gli scritti di straordinarie autrici, che tutti dovrebbero leggere!!
    E buone feste a te e a tutta la tua famiglia.

    RispondiElimina