lunedì 18 aprile 2016

Visioni

Hello!





"Questa era la Slagtown un sabato sera qualunque, e a un isolato da lì la Birmingham dei bianchi fingeva di ignorarne l'esistenza. Slagtown, dove la ragazza più sciatta che si aggirava per strada al pomeriggio poteva diventare di sera Regina della Via e i fattorini e i lustrascarpe di notte si trasformavano in pittoresche comparse. Erano tutti lì, con i capelli neri impomatati e i denti d'oro che scintillavano nella luce delle insegne colorate e in movimento. Neri, bruni, cannella, meticci, misture di ogni razza che sospingevano Artis lungo la strada, tutti vestiti in giallo limone e porpora, con scarpe gialle e marrone e cravatte di seta bianche e rosse, mentre le signore, con le labbra tinte di arancione e i fianchi ondeggianti, si pavoneggiavano sui tacchi a spillo sfoggiando stole di volpe."

Pomodori verdi fritti al caffè di Whistle Stop, Fannie Flagg

Cheers,
Eva

12 commenti:

  1. Ho adorato questo film, tantissimo. Però non ho ancora letto il libro. Ma ho deciso: sarà uno degli acquisti che farò al Salone del Libro. Secondo te è un acquisto sensato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao Nik! Pur conoscendolo (ha un titolo particolarissimo che non si può non ricordare) io non avevo visto il film, e qualche giorno fa ho finalmente deciso di leggere questo libro, visto che dell'autrice ho sempre letto un gran bene. Guarda, l'ho finito ieri sera e nei prossimi giorni spero di riuscire a scrivere una recensione articolata, ma ti posso dire che ne sono rimasta... incantata! E' davvero, davvero bellissimo!

      Elimina
  2. Oddio... Vengo a trovarti e che ci trovo? Uno dei miei libri preferiti lì ad aspettarmi!! Ho adorato Pomodori verdi fritti, ora ne sto leggendo un altro della Flagg... Tu per caso ne hai letti altri? :)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta nel mio angolo!
      Questo è stato il mio primo libro della Flagg e mi ha talmente colpito che sicuramente leggerò altri suoi lavori, dei quali sto vedendo recensioni entusiaste un po' ovunque. Ho voluto cominciare con questo che è iconico ed è un po' il suo "marchio di fabbrica" (con uno dei titoli più originali e azzeccati mai incontrati), ma adesso ho già scaricato sul lettore "Voli acrobatici e pattini a rotelle", che è lì che mi aspetta (faccio sempre passare un po' di tempo tra due libri dello stesso autore, per metabolizzare il primo e non fagocitare il secondo...)

      Elimina
    2. Come ti capisco! Io vorrei sempre cominciare un libro nuovo quando un autore mi fa innamorare, ma in un certo senso è bello ripensare alle storie, farsi mancare un po' i protagonisti prima di incontrarne di nuovi :)

      Elimina
  3. Oh Fannie....mi fai sospirare! Il film è meraviglioso e il libro voglio assolutamente leggerlo, anzi tutti!!! Voli acrobatici l'hai letto? Super :-)

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno Cuore! Leggerò sicuramente *tutti* gli altri romanzi della Flagg. Sono sicura che ritroverò le meravigliose atmosfere di Pomodori verdi fritti... ne sto preparando la recensione ma ho così tanto da dire di bello su questo romanzo che quasi non riesco a mettere ordine nei miei mille pensieri!

      Elimina
  4. Di sicuro il migliore libro della Flagg. Impossibile non amrlo.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Davvero, io l'ho amato! E adesso quasi temo di leggere altro della stessa scrittrice, non vorrei mai avere una delusione...

      Elimina
  5. Che bello! Un'altra che si è innamorata dei libri, dei personaggi e delle atmosfere della Flagg. :-)
    E' quasi una filosofia di vita.
    Ciao da Lea

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E adesso voglio a tutti i costi vedere anche il film: credo di essere una delle pochissime che ancora non l'ha fatto...

      Elimina