lunedì 25 gennaio 2016

Hello!

RECENSIONE

"ASPETTANDO TE"
Kristan Higgins



Genere: Contemporaneo
Ambientazione: America, oggi
Pubblicazione italiana: Giugno 2015, Harlequin Mondadori
Parte di una serie: Si; 3° serie Blue Heron
Livello sensualità: medio-basso
Disponibile in ebook? Sì





Trama: Colleen O'Rourke è innamorata dell'amore, per così dire. Sarà perché se ne sta tutto il giorno dietro il bancone del suo bar, dispensando consigli amorosi, preparando Martini e rimanendo, più o meno felicemente, single. Per quanto la riguarda, infatti... be', l'amore non fa per lei. Non più, dopo che dieci anni prima Lucas Campbell le ha spezzato il cuore. Esperienza che Colleen non ha nessuna intenzione di ripetere, grazie tante! Meglio limitarsi a qualche cottarella passeggera, a qualche flirt di "buona qualità" e a fare da cupido per amici e conoscenti, cosa per la quale sembra avere un talento naturale.
Fino a quando un'emergenza di famiglia non riporta Lucas a casa, più bello e affascinante che mai, sempre lui, l'unico uomo che Colleen abbia amato. Sembra che tra loro ci sia un discorso rimasto in sospeso, ma che fare ora? Abbassare la guardia e rischiare di perdere il cuore, o rischiare di perdere un'irripetibile seconda occasione?

Bellissimo: cinque cuori!

Faccio una piccola premessa, per spiegare innanzitutto il mio voto e dire che non ho definito "indimenticabile" questo nuovo lavoro di Kristan Higgins pubblicato in italiano solo ed esclusivamente perché finora il mio libro preferito di quest'autrice rimane un altro: "Somebody to love", non ancora tradotto, che secondo me rimane insuperabile tra i suoi, veramente indimenticabile soprattutto per il suo protagonista maschile. Però non posso che dare cinque cuori pieni a questo "Aspettando te", terzo volume della serie Blue Heron (che si può comunque, più dei primi due, leggere indipendentemente dagli altri).
Kristan Higgins è senza alcun dubbio una delle mie scrittrici preferite, i cui lavori compro a scatola chiusa e non manco mai di apprezzare tantissimo. E "Aspettando te" non fa eccezione: di questo libro mi piace davvero tutto.
Adoro l'ambientazione, una piccola cittadina della provincia americana, inventata e nonostante questo del tutto realistica, rassicurante e familiare. Ma la gioia e il dolore, le vicissitudini della vita, i problemi, dai più piccoli a quelli più seri, sono ovunque, e quindi anche qui, in questa oasi felice, i personaggi devono affrontare gli alti e bassi della vita, in un intreccio di storie e personaggi che la Higgins riesce a rendere in modo, a mio parere, magistrale.
I due personaggi principali di "Aspettando te", Colleen e Lucas, sono perfettamente delineati, sono tridimensionali, con i loro pregi e difetti che li rendono persone vere. Niente wonderwoman o maschi alfa, qui. Solo due persone, reali, che per gran parte del libro sono lontani l'uno dall'altra, ma per i quali non si può fare a meno di fare il tifo. La loro storia d'amore nasce quando i due erano solo dei ragazzini ma poi, forse perché non era il momento giusto, forse per un equivoco, perché non sono riusciti a perdonarsi, ad aspettarsi, o forse perché, semplicemente, così è la vita, si sono persi. Ma, come diceva una canzone, "certi amori non finiscono... fanno dei giri immensi e poi ritornano": Colleen e Lucas, imprevedibilmente, avranno una seconda chance per essere felici, anche se non saranno tutte rose e fiori nemmeno ora. Eppure, per loro il lieto fine è scontato, perché, come in fondo al cuore hanno sempre saputo, sono destinati l'uno all'altra:


Quello era amore. Quello era ciò che le era mancato tutte le altre volte, quando aveva cercato quello che avevano lei e Lucas.
Nessuna meraviglia che niente avesse funzionato. Nessun altro era lui.

Come sempre nei romanzi della Higgins, le vicende dei personaggi secondari non fanno semplicemente da cornice e sfondo alla storia principale, ma appassionano ed entusiasmano mentre la loro storia si dipana e si intreccia a quella dei protagonisti. In questo libro, ad esempio, mi è piaciuto molto leggere dei genitori di Colleen, dei loro errori, delle loro umane debolezze, e del problematico rapporto con la figlia.
I dialoghi sono veloci, frizzanti, intensi: lacrime e risate si alternano, i momenti di commozione si affiancano a quelli divertenti, insomma in questo bel romanzo di Kristan Higgins c'è la vita, come può capitare ad ognuno di noi.
Assolutamente consigliato se amate le storie d'amore moderne, ben raccontate, con una trama articolata e ben costruita, con personaggi tridimensionali e talmente realistici da avere l'impressione, alla fine del libro, di conoscerli veramente.

venerdì 15 gennaio 2016

Hello!

Io ho un piccolo vezzo: non riesco a scrivere niente se prima non do un volto ai miei protagonisti. In genere cerco sul web visi di attori e attrici famosi, mi lascio ispirare dalle loro espressioni, e quando decido l'aspetto dei personaggi, raccolgo intere cartelle di loro foto, in tutte le situazioni possibili. Questo mi aiuta a "conoscerli", come se fossero persone reali, e mi aiuta a dare corpo ai loro caratteri e alla loro storia.
Oggi vorrei presentarvi i quattro protagonisti di "Amori d'Irlanda", il mio ultimo libro uscito l'8 Gennaio, pubblicato dalla Triskell Edizioni: Guido e Viola, i protagonisti della prima parte ("Christmas in Killarney"), e Lorenzo e Laura, protagonisti del secondo episodio ("Un amore abbastanza grande").
Spero che piacciano anche a voi!

Cheers,
Eva

Guido:
... E quasi quasi preferirei non parlarvene neanche adesso, ma purtroppo non posso evitarlo, perché, come forse avrete intuito, sono suoi quegli occhi azzurri e freddi che ci hanno appena squadrato con disapprovazione.
È sua quella bocca così ben disegnata, ma che in due anni non ho mai, dico mai, visto aprirsi in una bella e sana risata, o almeno in un sorriso che non fosse rapido e di circostanza.
Guido Senese... cosa posso dire di lui? È così distante, freddo e poco socievole che da quando si è trasferito qui, da Milano, avrò scambiato con lui pochissime parole che non fossero strettamente legate al lavoro. E anche queste ultime, non sono mai state piacevoli...




Viola:
E poi ci sono io. Preceduta dal suono di una o due delle sessantaquattro (no, sessantacinque, le ho ricontate ieri sera) collane che indosso immancabilmente sui miei vestiti colorati, di solito arrivo tardi al mattino (tranne in questi giorni, in cui sto anticipando la sveglia per finire tutto quello che devo prima della partenza) e canticchio incessantemente mentre lavoro...








Laura:
Chiudo gli occhi di nuovo. Ricordo ogni cosa. Ricordo l'imbarazzo, quando avevamo scoperto che l'ultima stanza disponibile per noi, in quell'albergo a Cork, era una matrimoniale! Viola si era offerta di dormire con me, spedendo Guido con il fratello nella stanza che avevano prenotato, ma io ricordo come volli fare la spavalda, stringendomi nelle spalle e dichiarando che non c'era problema, e poi... ricordo che non avevo dormito neanche un minuto, consapevole della presenza di quel corpo caldo accanto al mio, finché all'alba lui si era girato dalla mia parte, mi aveva sorriso e...







Lorenzo:
I capelli neri sono arruffati come sempre, con un ciuffo ribelle sulla fronte. Ha fatto crescere barba e baffi un po' di più di come li portava quando stavano insieme, e sono entrambi appena ingrigiti. Gli occhi azzurri sono un po' infossati e ha delle occhiaie, come se non avesse dormito molto negli ultimi giorni. Indossa una camicia grigia a maniche lunghe, ma non la cravatta. Al polso ha ancora i braccialetti di cuoio consunti che indossava quando lo avevo conosciuto e che non si toglieva mai...

venerdì 8 gennaio 2016


Hello!


Da oggi, disponibile sul sito della casa editrice e su tutti gli store digitali, potete acquistare il mio libro "Amori d'Irlanda", edito dalla Triskell Edizioni.
E' una miniserie divisa in due parti, che possono leggersi indipendentemente ma che, insieme, costituiscono una sorta di "ritratto di famiglia".
Il libro e' composto di due novelle. Nella prima, "Christmas in Killarney", racconto la storia di Viola e Guido, che partiti da Roma si incontrano, per un'incredibile coincidenza, proprio in Irlanda alla vigilia di Natale. Nella seconda, "Un amore abbastanza grande",
il tempo fa un salto in avanti di piu' di un anno e vediamo cos'è successo alla seconda coppia protagonista, Lorenzo e Laura.
A far da cornice a entrambe le storie d'amore, la magica isola di smeraldo, con la sua musica, il suo fascino e i suoi paesaggi mozzafiato.



Alcune amiche blogger hanno già letto il libro in anteprima, e hanno già pubblicato le loro recensioni.

Qui trovate il parere di Marta, del blog Voglio Essere Sommersa Dai Libri. A Marta il libro è piaciuto molto, e le sue parole generose e entusiaste mi hanno commosso. Grazie!

Qui trovate il parere delle amiche del blog La Nuda Essenza Dei Libri. Le ringrazio moltissimo, perché hanno espresso il loro parere in modo circostanziato e costruttivo, e questo è solo di stimolo a chi, come me, è alle prime armi e affronta questo percorso di scrittura soprattutto come passione. Mi hanno dato importanti suggerimenti per migliorarmi, e mi hanno resa felice, esprimendo il
loro apprezzamento per i personaggi di Viola e Guido, a cui sono molto legata.

Qui c'e' invece la bella recensione di Tania del blog Angel Tany, che si e' lasciata  affascinare soprattutto dalla personalita' delle due amiche del cuore di cui racconto la storia nel mio romanzo... e dalle atmosfere irlandesi!

Grazie a voi per aver letto il mio libro, e grazie a chi decidera' di farlo... scrivetemi quello che ne pensate!
 
Cheers,
Eva

domenica 3 gennaio 2016

Hello!

Buon anno a tutti!
Questo 2016 comincia con un'altra emozione per me...
Ecco la copertina di "Amori d'Irlanda", che esce venerdì 8 gennaio per la Triskell Edizioni.


E' una miniserie che racconta la storia di due amiche del cuore, Viola e Laura, e di due fratelli italo-irlandesi, Guido e Lorenzo. Tutti, volati laggiù da Roma durante le vacanze invernali troveranno l'amore proprio nell'isola di smeraldo.

Spero che vi piacerà lasciarvi trascinare dalla magia irlandese e ballare anche voi sulle note di una splendida riverdance.

La trama:
Viola e Laura, amiche fin dall’infanzia, volano in Irlanda per trascorrere le vacanze di Natale. Qui incontrano Guido, il distaccato collega di Viola, e suo fratello Lorenzo. Viola scoprirà che Guido è soltanto un uomo ferito dal suo passato, deciso a non fidarsi più di nessuno. Ma la magia del Natale irlandese è destinata a far sciogliere il suo cuore di ghiaccio.
Anche Laura e Lorenzo rimarranno vittime della magia della terra di smeraldo ma, come tutte le magie, forse anche la loro è destinata a terminare.
Riuscirà un matrimonio a riaccendere la passione?


Athbhliain faoi mhaise daoibh go léir!

Cheers,
Eva